Archivio di novembre 2014

L’UNITRE AL BORGO RUMERO

sabato 15 novembre 2014

rumero 4Ieri sera all’apertura dei festeggiamenti del Borgo Rumero  era presente un  piccolo gruppo di ballerine/i del laboratorio di Ballo Unitre.

Coinvolgenti e spumeggianti hanno dato inizio  alla serata danzante  tra gli applausi di  tutti i presenti.           rumero 2rumerorumero 3

BRAVI   TUTTI !!!!!!

 

!

ven. 21 NOVEMBRE ore 21 nella S. POLIVALENTE a Volpiano: SPETTACOLO TEATRALE ” CABARET” a cura dell’UNITRE DI LEINI’ – INGRESSO LIBERO !!!

venerdì 14 novembre 2014

Camminando sotto la pioggiateatro unitre 2014 253 (7) (1)Cabaret 3si Comme facette mammeta teatro unitre 2014  227.JPG 5.gif..JPG. (12) (2)gruppo teatro unitre leini (1) (2)

La cappella di Madonna delle vigne a Volpiano

venerdì 14 novembre 2014

Interno cappella Madonna delle vigne

La cappella di Madonna delle vigne é stata costruita dopo il 1585, anche se non si conosce la data certa. Tale affermazione deriva dal fatto che  Monsignor Montiglio fece una visita pastorale a Volpiano in quello specifico anno e non fa menzione della cappella, mentre negli anni 1661, Monsignor Millet la nomina, ne descrive l’uscio chiuso a chiave, le suppellettili portate dalla Parrocchiale e dice che le immagini al muro dovrebbero essere rinnovate. Solo nel 1699 abbiamo un documento con descrizione dettagliata della cappella redatto dal Monsignor Alessandro Lambert de Soyrier, Vescovo di Ivrea. Si dice che la cappella é dedicata alla Natività della Beata Vergine Maria, viene indicata la festa, l’8 settembre, si parla delle messe cantate celebrate per l’occasione dal parroco. Vengono indicate le sue giuste dimensioni, l’esposizione della cappella, l’altare in laterizio, addossato alla parete, la croce sull’altare, i candelabri in legno e una pietra consacrata posizionata sulla mensa. Nel 1728 Don Bogino nella sua relazione parla della sua ubicazione, sulla strada che conduce alle vigne (da qui il suo nome). Possiede un uscio e cinque finestre, con un tetto avanti sorretto da due pile. Sull’altare non c’é quadro, in quanto la Vergine é dipinta sul muro, c’é intorno una piccola cornice di stucco, ma non ci sono suppellettili. La cappella é del pubblico, Il suo reddito proviene dalle collette. Ogni anno vengono nominati due Rettori che si registrano e forniscono i conti. Nel 1751 il vescovo De Villa la descrive con tre finestre aperte, Madonna dipinta sul muro, altare in laterizio. Nel 1777 nella relazione Monsignor Pochettini parla di pavimento in mattoni e anche dell’altare. Per la prima volta si fornisce anche un giudizio estetico definendo l’ immagine della Madonna  sgraziata e si invita alla sostituzione. La cappella verrà chiusa per riparazioni alla volta.  La visita successiva del Fransoni sarà l’ultima relazione.

Ai giorni nostri la cappella appare formata da un piccolo corpo di fabbrica rettangolare, preceduto da una loggia sorretta da pilastri. La facciata presenta un uscio chiuso e due finestre laterali. L’interno dell’edificio é semplice, con un altare centrale, e un’apertura sulla destra che conduce alla sacrestia. La cappella é dipinta con toni delicati rosa, grigio – azzurro, panna, oggetto di restauro qualche anno fa. Non si sa se questi erano i colori della capella originaria. La volta presenta sulla sinistra una piccola vetrata raffigurante la sacra famiglia, sulla destra in corrispondenza c’é una finestra a tromp d’oeil. Entrando sopra l’altare appare una pala che rappresenta Sant’Anna con una casacca rossa e una gonna blu che stringe tra le braccia Maria bambina avvolta in una veste bianca.  Intorno una cornice in stucco barocca.Il dipinto é stato eseguito da Francesco Landra, nato a fine ottocento, decoratore prima e poi apprezzato pittore, a lui si deve anche la ridipintura dell’interno della cappella San Giovanni, sempre a Volpiano. Ai lati del dipinto due semipilastri che sorreggono un architrave con un timpano che riporta un Cristo benedicente probabilmente secentesco. Il Padre celeste é rappresentato con lunghi capelli e barba bianca, volto segnato da rughe profonde, sguardo vivido. Ha una veste gialla e blu, ricoperta da un mantello bianco e rosa, sullo sfondo in ocra appare alle spalle un triangolo che indica la Trinità. Sulla sinistra c’é una teca con una statua di Maria bambina ancora in fasce, oggetto di devozione da parte dei fedeli. La cappella si presenta in ottime condizioni, grazie all’opera costante, instancabile ed attenta  degli amici del Borgo Colombera, che ogni anno investono tempo, lavoro, entusiasmo e creatività nelle iniziative legate alla festa e alla manutenzione della cappella, che dura tutto l’anno.

E questa é la descrizione storica ed architettonica della cappella, secondo la tesi redatta da Valentina Arrigo. Di mio vorrei metterci i ricordi legati alle scampagnate con i miei in Vauda, ai pic nic sull’erba a base di frittata e pane e salame, ai fiori raccolti nei campi e lasciati al cancello della cappella recitando l’Ave Maria con mia madre e mia sorella. Ancora un ricordo legato alla cappella:  era il  primo maggio del 79, aspettavo Cristina, mia figlia, ero andata con mia madre a fare una passeggiata ed era una giornata bellissima, un cielo terso, sereno. La notte purtroppo mio padre ebbe un secondo infarto, bruttissimo. Solo il ricovero tempestivo, lo scarso traffico  dovuto alla festa e la bravura dei medici del Pronto soccorso presso l’ospedale  Molinette gli permisero di tornare a casa  vivo, dopo più di un mese in sala rianimazione e poi corsia.  Ma niente sarebbe stato possibile senza l’ aiuto del Signore e della nostra Mamma celeste. Che dire poi della nascita  di Giovanni, mio figlio, avvenuta proprio l’8 settembre dell’88 : coscritto della Madonnina! Cosa chiedere di più? L’ho affidato da subito tra le sue braccia e ho raccomandato a Giovanni di rivolgersi sempre alla Madonna,in qualsiasi occasione: tra amici ci si intende, coscritti poi. L’anno scorso, la mia mamma, 93 anni fatti da qualche giorno, mi ha detto: ” Certo, con questa bella giornata di sole, sarebbe bello salire alla Madonna delle vigne, dove portavo voi da piccine e tutti i nipoti negli anni.” Detto fatto pian pianino siamo saliti a piedi, con il trepiedi e il mio aiuto alla cappella. Una vista magnifica su tutto il Canavese, le montagne come sfondo, la Madonnina davanti a noi. Ci siamo fermati a dire il rosario, sedute sulla panchina di fianco, le ho scattato due foto per ricordo, abbiamo fatto una bevuta di acqua fresca e siamo tornate tranquille verso casa. Immagini stampate nella memoria, nel mio cuore e nella mia mente per sempre. Chiuderei con questa immagine il mio articolo, senza dimenticare di invitarvi tutti alla fiaccolata che ogni anno si celebra per l’occasione e ai festeggiamenti legati all’8 settembre. Per tutti quelli che regolarmente e con volontà passano davanti alla cappella correndo e magari si sono chiesti a chi fosse dedicata, e da quanto tempo fosse lì, spero possano adesso, attraverso queste parole, sapere qualcosa in più su Volpiano, sulla sua storia, legata a doppio filo con le nostre semplici vite e ai ricordi di ognuno: piccole storie che corrono parallele alle grandi storie.

Franca Furbatto

 

 

MANIFESTAZIONI NOVEMBRE 2014

sabato 8 novembre 2014

1 sab.   OGNISSANTI

2 dom.   ore 10 S.Messa  in Parrocchia per i defunti  di tutte le guerre e corteo al Parco della Rimembranza-  ore 15 S.Messa  al Cimitero

6 giov. Incontro con l’autore   ore 21 Pal. Olivri

7 ven. Concerto del Trio Vivaldi e i Manomanouche in Polivalente ore 21

9 dom. Cross della Volpe  - zona   fine via molino -organizz. Runner Team

11 mart. Incontro con l’autore –  Alessio Barettini – Vito Antonio Gastaldi  c/ Pal.Oliveri ore 21

12-13-14  merc.giov.ven.   Rock Cover Parade  presso Sala Polivalente  ore 21

14-15-16 ven.sab.dom. SAGRA DELLA BAGNA CAODA  - Borgo Rumero  presso area di via Genova

16 dom. I segreti del pane  -  i panettieri volpianesi  insegnano ai bambini  a  fare il pane –  locali oratorio  dalle 9,30 alle 12   org.Volpiano in                       Festa e  Oratorio S. Giuseppe

16 dom.  Castagnata alle Cascine di Malone –  organizz. Pro Loco

21 ven.  serata teatrale “VARIETA’” a cura dell’Unitre di Leini –  organizz.Unitre Volpiano Sala Polivalente  ore 21- INGRESSO LIBERO

22 sab.  Inaugurazione monumento   AL CARABINIERE  - Piazza Italia ( davanti Simpli) dalle  ore 15 alle 16

22 sab. Concerto della fanfara dei Carabinieri  - Sala Polivalente  ore 18,30  + rinfresco   organizz. ANC  Volpiano

23 dom. Pomeriggio danzante  organizz. Volpiano in Festa  - sala Polivalente  ore 15,30

23 dom. S. Messa e pranzo sociale Centro Riboldi  -

29 sabato  PULIAMO VOLPIANO    organizz. Comune  -  informarsi sulla zona interessata

29 sab. Serata danzante   organizz. Volpino in festa presso Sala Polivalente

30 dom. Donazione sangue   organizz. AVIS  c/ ambulatorio P. Cavour  ore 8

30 dom.  Ritrovo  in sede ore 10  poi  S. Messa  ore 11,15.Pranzo sociale alla Lenza   organizz.  PROLOCO per i  suoi 30 anni