Archivio di aprile 2011

GEMELLAGGIO CASTRIES – VOLPIANO

giovedì 21 aprile 2011

 IMG_4000

IMG_4025

IMG_4026

IMG_4076

IMG_4088

Superato il Frejus eccoci in terra francese.
Anche qui la primavera si manifesta in tutto il suo splendore mostrandoci una vegetazione rigogliosa.
Lungo il percorso incontriamo molte culture di noci, uliveti e vigneti, ma qua e là non è raro incontrare macchie colorate di agnelli, cavalli e bovini.
Nel tardo pomeriggio arriviamo a destinazione.
Festosa e calorosa  l’accoglienza della delegazione  per il gemellaggio della cittadina di Castries.
Il sole splende  e una leggera brezza ci ricorda che il mare è a pochi chilometri.
Il giorno dopo, sabato, ancora una bella giornata di sole.
In pulman raggiungiamo la citta di Montpellier ed in un grande piazzale ci accoglie a cavallo niente meno che sua altezza il Re Sole.
Una città solare dove i palazzi sono nella maggior parte costruiti con la pietra dorata delle cave della zona.
La parte antica della città, nel trascorrere degli anni, ha mantenuto integra la sua architettura raffinata. Anche la parte nuova della città è stata costruita nel rispetto ed in armonia con la parte antica.
Abbiamo poi raggiuntto un agriturismo situato tra vigne ed alberi secolari e, sorpresa, sugli  alberi più robusti erano state costruite graziose capanne in legno a disposizione dei clienti.
Nel tardo pomeriggio, nel salone del centro sportivo di Castries, si è svolta la cerimonia ufficiale del gemellaggio.
Qui abbiamo ascoltato le parole dei ragazzi del consiglio giovanile di Volpiano e di Castries.
A seguire hanno preso la parola, i sindaci, le varie  autorità  e i presidenti per il gemelleggio.
Entrambi i sindaci hanno poi scoperto la statua dono di Volpiano alla città di Castries.
La platea, partecipe,  ha applaudito con entusiasmo ad ogni intervento.
Il gruppo musicale di Castries ha poi  suonato gli inni nazionali e nella commozione generale si è conclusa la cerimonia con un graditissimo rinfresco.
Arriviamo  a domenica con la visita al centro culturale Mediathèque, dove abbiamo visitato la bibblioteca, la sala computer, le aule del conservatorio e la sala conferenze o,a seconda delle necessità, sala proiezioni.
Un moderno edificio a disposizione della popolazione ma soprattutto dei giovani, con uno sguardo al futuro dell’intero paese.
Il centro storico della cittadina di Castries sorge in una collinetta dominata dall’elegante e raffinato castello.
Bellissima la chiesa dove la luce del sole mette in risalto magnifiche vetrate con rappresentazioni sacre.
Anche qui come  a Montpellier gli edifici sono costruiti con la pietra delle cave.
Molte villette di nuova costruzione sorgono tutto intorno e sembrano quasi nascondersi per non rovinare l’ambiente verdeggiante.
Molti ulivi sono disseminati nel centro cittadino e fuori, come ad invitare il viandante a soffermarsi in questo luogo di pace, tra uomini e natura.
In un antica sala, ricavata dall’edificio un tempo adibito a mercato coperto, un’esposizione di quadri attira la nostra curiosità.
Qui dalle parole del sindaco di Castries apprendiamo di avere in comune oltre a San Guglielmo e San Rocco anche l’impegno di assistere ed aiutare lo sviluppo di alcuni paesi Africani.
Con l’aperitivo e l’ulivo benedetto ci siamo accomiatati per il pranzo presso le famiglie ospitanti.
Nel pomeriggio un ultimo saluto, poi la partenza con un pò di tristezza.
Questa gente si è adoperata con entusiasmo per dimostrarci quanto eravamo graditi.
Tutti abbiamo apprezzato i loro aperitivi, i pranzi e le cene dove abbiamo gustato deliziosi manicaretti in squisita compagnia.

Voglio ringraziare le guide che si sono avvicendate e quanti hanno lavorato e voluto questo gemellaggio, permettendoci di vivere un’esperienza che resterà preziosa nella nostra memoria.

IMG_4110

IMG_4115

 IMG_4139

IMG_4170

Grazie       Piera

Gemellaggio Volpiano – Castries 15/16/17 aprile 2011

giovedì 21 aprile 2011
Accoglienza all'arrivo a Castries con "brassucade"

Accoglienza all'arrivo a Castries con "brassucade"

Nous sommes retournés dimanche soir après un séjuor à Castries, en France…….. Toh, che sbadata, sto scrivendo e pensando in francese, come la simpatica traduttrice italiano – italiano e francese – francese, che i fortunati, come me, che hanno partecipato al gemellaggio Volpiano – Castries, in Francia  hanno potuto conoscere.  Si’ sono bastati tre giorni (15 – 16-  17 aprile), per respirare, immergerci nell’atmosfera della cittadina ospitante e condividere pensieri e sentimenti dei suoi abitanti, o meglio di quelle persone che ci hanno accolto nelle loro case e partecipato al successo dello scambio. Castries è una cittadina nel sud della Francia, dista ca. 480 km da Volpiano, conta seimilacinquecento abitanti ca, é  ricca di vigneti e ulivi. E’ caratterizzata da uno splendido castello con torrioni risalente al diciasettesimo secolo,  restaurato esternamente. E” in corso il  recupero degli interni e si prevede la sua riapertura nel 2013. Il castello possiede ampi parchi con fontane e viali alberati con piante secolari. Ha  inoltre un importante acquedotto costruito nel 1685 per portare le acque al centro cittadino e ai giardini del castello. L’acquedotto è stato dismesso nel ‘ 60, è lungo 7 km e si tenta ora, di renderlo di nuovo funzionante grazie all’opera di cittadini volontari, mancano ca tre chilometri per terminare l’opera. Lungo il tratto dell’acquedotto corre una bella via, da percorrere a piedi o in bicicletta, che si addentra nella cosidetta  “garriga”, la macchia del posto fatta di arbusti di piante aromatiche, lavanda… Castries ha due chiese, una romanica e l’altra dedicata a St. Etienne.  C’era inoltre un vecchio mulino, ora distrutto, di cui si sono mantenute le arcate e che  serve come piazzetta di ritrovo. La vecchia stazione ferroviaria, dove siamo stati accolti è stata soppiantata da un moderno edificio a servizio della cittadinanza. C’e’ inoltre un bell’edificio moderno che si chiama ” chateau d’eau” realizzato come un vecchio acquedotto romano e che svetta nella campagna. Abbiamo potuto visitare la moderna medhiateque, biblioteca e centro d’incontro che  serve quattro comuni ed è di recente inaugurazione. Funge inoltre da informagiovani, ufficio collocamento, scuola di musica, sala di proiezione e si possono acquistare anche i biglietti per gli autobus, senza recarsi a Montpellier. C’e’ una scuola materna, un’elementare e una media, per le superiori ci si reca nel centro vicino.  Gli abitanti sono persone allegre, generose, si danno un gran da fare: nel sociale, al servizio della comunità e ci hanno accolto con entusiasmo. Hanno partecipato numerosi alla cerimonia ufficiale del gemellaggio, oltre naturalmente tutte le autorità comunali, regionali e provinciali. Noi eravamo ben rappresentati sul palco: il nostro Sindaco, Francesco Goia, il Professor, preside onorario della scuola media, Benito Liuzzo, il comandante dei vigili municipali e una guardia, il Conte Roberto e Perinzia con i suoi due fanciulli. Alla firma del contratto di gemellaggio vero e proprio sono seguiti gli inni nazionali dei nostri due paesi e poi c’e’ stato lo scambio di doni. Volpiano ha consegnato una statua creata da Nino Ventura, un artista che opera in Chivasso, di ceramica e vetro, rappresentante “ il dono della volpe“; da parte di Castries un quadro con una veduta del paese creato da un loro artista, presente alla manifestazione. E’ seguito un ricco rinfresco offerto dall’Amministrazione francese. La popolazione ha partecipato con calore ed è’ così che abbiamo potuto cogliere il vero spirito del gemellaggio, confrontarci e respirare una buona qualità di vita. Le famiglie  francesi sono numerose: quasi tutte con quattro bambini, belle famiglie! Le mamme, pur essendo fortemente impegnate, appaiono serene e così i bambini sono indipendenti e gioiosi. Abbiamo visitato Castries, naturalmente e Montpellier, un centro di notevole importanza a pochi chilometri di distanza,  accompagnati da una guida e dai rappresentanti di Castries. Certo la stagione è particolarmente favorevole e abbiamo potuto ammirare, durante il soggiorno, ma anche durante il viaggio in pulmann,  le distese di campagna coltivata, la fioritura degli alberi, le varietà di fiori, i vigneti a perdita d’occhio, gli ulivi secolari. A ca. 25 chilometri c’e’ poi il mare, con un’ampia spiaggia riparata da montagne di dune di sabbia finissima, uno spettacolo.

Ringrazio Cecco e Benito di aver avuto l’opportunità di vivere questa bellissima esperienza, di conoscere Castries e soprattutto i suoi abitanti così veri,cosi’ ospitali, che hanno fatto di tutto per rendere il nostro soggiorno indimenticabile; i miei compagni di viaggio e amici con i quali ho avuto modo di condividere questi giorni.

Abbiamo seminato le radici per creare delle belle amicizie, per ampliare la conoscenza sia tra di noi, che come Amministrazione: da qui potranno seguire scambi culturali,artistici, sportivi, commerciali.

Vi aspettiamo presto a Volpiano Amici di Castries!!!!

Franca.

Acquedotto Castries

Acquedotto Castries

I ragazzi Consiglio Comunale giovani con prof.ssa Guarino

I ragazzi Consiglio Comunale giovani con prof.ssa Guarino

Visita a Montpellier con guida

Visita a Montpellier con guida

I  protagonisti

I protagonisti

Amici di Castries

Amici di Castries

Vigneti a Castries

Vigneti a Castries

Capanna sugli alberi

Capanna sugli alberi

Pranzo in agriturismo

Pranzo in agriturismo

Gruppo con castello di Castries

Gruppo con castello di Castries

Il dono della volpe

Il dono della volpe

Il Sindaco Francesco Goia durante la cerimonia ufficiale

Il Sindaco Francesco Goia durante la cerimonia ufficiale

Professor Benito Liuzzo durante la cerimonia ufficiale

Professor Benito Liuzzo durante la cerimonia ufficiale

Amici di Volpiano con il "dono della volpe"

Amici di Volpiano con il "dono della volpe"

Dipinto con veduta di Castries ricevuta in dono

Dipinto con veduta di Castries ricevuta in dono

Il conte Roberto e Perinzia con il dono

Il conte Roberto e Perinzia con il dono

Les Arlesiennes - gruppo folcloristico

Les Arlesiennes - gruppo folcloristico

Cena giorno 15 aprile

Castries

lunedì 18 aprile 2011

solo per dire quanto è stata bella la nostra esperienza a Castries, quante amicizie nuove e vecchie ritrovate, certamente altri scriveranno meglio e, soprattutto metteranno le foto.

Abbiamo dato agli amici di Castries l’indirizzo del nostro blog? nel dubbio oggi lo manderò

scoprire Volpiano (fine)

giovedì 14 aprile 2011

evviva! tutte le foto sono state identificate (per sapere dove sono i vari particolari leggete i commenti alle varie puntate) e presto darò i premi (anche quelli dell’anno scors, promesso!)

domani andiamo a Castries per il gemellaggio ci sentiamo al ritorno con foto e commenti

a presto

(intanto eccovi una bella foto primaverile, purtroppo questa rosa è morta ma ce n’è già pronta un’altra)

ALTRI TEMPI – Il passaggio del Duce a Volpiano e Chivasso

domenica 10 aprile 2011

Venerdì 8 aprile 2011, abbiamo assistito alla proiezione di un lungometraggio, nella sala polivalente di Via Trieste, della  durata  di 52′ su immagini ed eventi degli anni 30/ 40. In particolare l’episodio centrale del film è stato il passaggio del Duce, il 15 maggio 1939, a Volpiano, diretto poi a Chivasso. La durata di queste riprese, realizzate da Don Salassa su una cinepresa  personale in 35 mm,é di  pochi minuti, di qui l’esigenza dell’autore Giancarlo Tagliati, di costruirci sopra una storia, con immagini provenienti dagli archivi storici, video, fotografie dell’epoca, testimonianze in diretta di persone che avevano vissuto quegli avvenimenti. Il filmato  era in possesso della famiglia Ferro, si sapeva dell’esistenza da tempo, ma per decenni é rimasto nascosto tra le mille cose di una casa; poi si è materializzato e il Tagliati l’ha digitalizzato. La pellicola comprende anche scene di divertimento in Vauda e ai Ronchi, d’inverno: ragazzi,  studenti che sciano e poi la discesa delle cosidette “rivaure”, o meglio lose, slittini, attaccati a dieci e anche piu’ per volta, che scendevano dalla Madonna delle Vigne a P.zza Cavour.

Ci sono state fiere testimonianze di persone di allora che raccontavano la vita di tutti i giorni, gli orari della canavesana per arrivare a Torino, le lunghe ore fuori casa per fare la giornata; l’alimentazione di allora, il lavcoro faticoso dei campi; l’insegnamento nelle scuole.

Ci sono inoltre immagini dei bombardamenti aerei che il regista ha avuto da amici statunitensi che avevano combattuto in Italia. Inoltre spiccano le vedute di Volpiano com’era, della chiesa oggi, all’esterno e all’interno.

Le immagini delle campane che suonano, segnano la dichiarazione dell’entrata in guerra dell’Italia tra l’acclamazione popolare e lo sgomento dei piu’ anziani. Tutto il film è accompagnato da una voce fuori campo che racconta.

E’ stata una bella serata, sul filo dei ricordi e preziosa testimonianza per  noi e per le generazioni attuali che non potranno più contare sulla preziosa testimonianze dei loro nonni.

Per me e mia sorella poi é stata fruttuosa, perchè alla terza immagine proiettata è comparsa una fotografia dei coscritti del 1919, in cui abbiamo immediatamente riconosciuto mio padre giovane.

Gaspara gentilmente me l’ha spedita e con mia mamma cerchiamo di dare un nome agli altri visi sorridenti e fieri che posano accanto a mio padre.

Franca.

mussolini con agricoltori

FATTORIA SFRATTATA

giovedì 7 aprile 2011

 vitello

Ieri al telegiornale del Piemonte, un annuncio mi ha  a dir poco  stizzita.
Nelle vicinanze  di Lombardore, una famiglia di agricoltori con tutti i loro animali, 60 bovini, anatre, polli, gatto sono sotto sfratto.
Al loro posto dovranno sorgere tante villette.

Appartamenti, case, capannoni industriali da vendere o affittare in zona ce ne sono moltissimi ma, a loro non possono andar bene.

Le camere degli alloggi sono troppo piccole, inadatte per far dormire delle mucche.
I giardini, anche quelli più spaziosi,  non hanno erba sufficente per sfamare 60 capi, non ci sono i pollai per papere e galline.

La famiglia ha fatto appello, attraverso la televisione, poichè le loro ricerche per poter salvare animali e lavoro, sino ad ora sono state infruttuose.

Eppure tutti sappiamo quanto sia importante e prezioso il loro lavoro, indispensabile per il nostro sostentamento.

Quando sediamo davanti ai nostri tavoli imbanditi ricordiamoci che tutto quello che portiamo alla bocca viene da una fattoria.

Lavorare la terra, accudire gli animali è un lavoro faticoso, impegna molte molte ore ogni giorno.

La richiesta di cibo è in continuo aumento.
Nel mondo milioni di persone soffrono la fame.

Noi la nostra coscienza la facciamo tacere  con qualche donazione, qualche spicciolo avanzato dopo tanti acquisti superflui.

Io penso che forse è arrivato il momento di cambiare.

Siamo davvero più felici se guidiamo auto di lusso, possediamo case favolose, indossiamo abiti firmati?

Mi auguro davvero che qualcuno aiuti questa famiglia.

prato

Piera

2° CONCORSO FOTOGRAFICO 2011

sabato 2 aprile 2011

“SGUARDI E ANGOLI DI VOLPIANO E SAN BENIGNO C.SE”

Questo è il titolo del concorso fotografico  promosso dall’ assoc. Circolo Culturale Tavola di Smeraldo in collaborazione con : Gruppo Amici del Passato,  Unitre , Città Viva e il Risveglio

La partecipazione è gratuita , aperta a tutti e senza limiti di età.

Potete  trovare tutte le modalità del concorso sul sito:  www.tavoladismeraldo.it 

mail. tavoladismeraldo@msn.com o telefonando al 347/6826305

La premiazione avverrà il 5 giugno 2011 durante la manifestazione “VOLPIANO A PORTE APERTE”

Partecipate numerosi !!!!!  

MarBi

MANIFESTAZIONI DI APRILE 2011

sabato 2 aprile 2011

CIAO A TUTTI !!

1 ven. 2 sab. gara di pinnacola  c/  sala giochi Hollywood   ore 20,30   organ.  Pro Loco

3 dom.   Cercuriosando – mercatino dell’usato  – p.za Madonna dalle ore 7 alle 19- Gruppo Alba

8  ven.   Altri tempi – volti e luoghi della memoria – filmati di repertorio  della Volpiano passata e presente  – organizz.  Terra di Guglielmo e Amici del Passato – S.Polivalente ore 21

9 sab.  proiezione film – consiglio comunale dei ragazzi – S.Polivalente nel pomeriggio

9 sab. e 10 dom.  Convegno interregionale “la Stregoneria nelle Alpi Occidentali”  a Levone (TO) Piazza Giacoletto 2  -  organizz. Tavola di Smeraldo 

10 dom.  Visite e prelievi -  AVIS - Poliambulatorio di p.za Cavour   ore 8-11 

10 dom.   Camminata a Montecarlo -   CAI

10 dom.  Ondeggiando sulle terre ballerine di Montalto Dora  – partenza da p.za Cavour  ore 8,30   organizz. Nordic  Walking Volpiano

12 mart.  Concerto “LA TRAVIATA ”  organizz. Ambima .   sala Polivalente

15 ven. 16 sab.17 domGEMELLAGGIO  VOLPIANO/CASTRIE -  gita  con pullman

16  sab. Gara Miniolimpiadi 2011 – campo sportivo – tutto il giorno  .- org.  Runner Team 99

16 sab. concerto “Aspettando l’Adunata”  ass. Alpini   – S.Polivalente  ore 21

17 dom.  Ricordo simbolico dell’ultima cena – Testimone di Geova – Sala Polivalente   19-21

17 dom.  CORSO FIORITO   – vie cittadine  – org. Volpiano in Festa – tutto il giorno

17 dom. Domenica delle Palme- S.Messa ore 10  in P.za Madonna

dal 18 al 25  aprile TORNEO DI CALCIO IN MEMORIA DI Antonio Goia – campo sportivo

21  giov.    S. Messa  dell’Ultima Cena     ore 18  Chiesa Parrocchiale

22 ven.  VIA CRUCIS partenza da p.za  Madonna  ore 21

23  sab.    Veglia di Pasqua - funzione  con  inizio  ore 20,45   Chiesa Parrocchiale

Dal 23 al 1° maggio  MOSTRA DI MODELLISMO -  S.Polivalente    org. Comune-ProLoco- Amici del Passato – Gruppo Donne – Hobby Art

25 lun.  MERENDA DI PASQUETTA  alle Cascine Malone

Dal 28 Aprile  all”8 Maggio  memorial  ROLLE – GARIGLIO – FANTINI  c/ Campo  Sportivo

VI RICORDO CHE E’ RIPARTITO IL MERCATO A  KM OO  DAVANTI AL COMUNE   – SEMPRE AL GIOVEDI’ POMERIGGIO 

AUGURI DI UNA PASQUA SERENA A TUTTI !!!!!

MarBi