Archivio di giugno 2010

LA CULTURA DELLO SPRECO/ riflessioni di tipo estivo

mercoledì 30 giugno 2010

cemento

LA CULTURA DELLO SPRECO  – Riflessioni di tipo estivo

L’onda s’infrange sul bagnasciuga, bambini corrono e giocano sulla sabbia, il mare é leggermente increspato, spira un venticello marino.  E’ un vero paradiso!

Nei tre metri di sabbia dorata davanti al mio sdraio si agita un’umanita variopinta, bambini,  mamme, nonni, tutti cercano il mare, siamo in 50 in 40 metri quadri.

Eh sì, la spiaggia è ormai piccola, quasi inesistente stretta com’è dalla distesa di ombrelloni, di case, di strade che si arrampicano ad aggredire le ultime colline della Liguria.  La sera è tutto illuminato, il lungo mare, le case, le strade, le strade panoramiche che si arrampicano fino alla villa del potente del posto. E questo anche d’inverno quando l’intero borgo è deserto.

Cemento, strade, illuminazione all’infinito. “Ogni giorno  in Italia scompaiono 1000 ettari di suolo prima destinati all’agricoltura”  titola il giornale che cerco di leggere

mentre lo difendo dalle pallonate e dai lanci di sabbia dei bambini.

La mente corre nella pianura piemontese e del canavese dove capannoni e case sono ormai prevalenti rispetto alla superficie agricola. Ci sono comuni che hanno dichiarato guerra ai campi!  Perlomeno dovremmo essere una potenza industriale la settima / ottava economia del mondo (Così dicono i politici) . “Persi altri  30.000,

posti di lavoro, aumentano le ore di Cassa Integrazione. Le aziende chiudono in Italia perchè non sono più competitive: troppo alto il costo del lavoro” titola il giornale economico che sta leggendo mio marito.

D’altronde come possiamo essere competivi , per esempio nel turismo, quando per

un giorno sotto l’ombrellone con due sdrai costa quanto  il soggiorno in Hotel?

E nel settore manifatturiero con i capannoni sparsi nella campagna in pessime condizioni logistiche per trasporti merci e manodopera che aggravano i costi di produzione?

E’ possibile che da noi non ci sia una legge  che obbliga le nuove costruzioni a recuperare almeno in parte il suolo già urbanizzato come in Germania e in Inghilterra?

Penso alla mia piccola economia domestica. fare un progetto a rientro economico

triennale, installando pannelli fotovoltaici per illuminare il viale dell’orto che porta alla baracca degli attrezzi:

- creo lavoro ( installazione pannelli)

- cementifico (vialetto nell’orto)

- recupero tasse  (detrazione 55% per installazione pannelli)

E’ palese che si tratta di un’idiozia perché così facendo distruggo valore e creo spreco.  Non lo farò: non ho ancora preso troppo sole………

pensieri da ciclista

mercoledì 30 giugno 2010

da ciclista apprezzo molto i portabiciclette e il fatto che ne siano stati messi di nuovi negli ultimi anni (quando rimetteranno un portabici alla posta? è stato tolto quello vecchio tutto storto ma…quello nuovo??)

Però…siete anche voi del mio parere, cioè che chi li fabbrica non sia un ciclista?

apparentemente ci sono 4 o più posti, in realtà, visto che le biciclette hanno un manubrio ce ne stanno 2 massimo 3 visto che i manubri si “toccano”!

qualcuno è fatto in modo più “intelligente, le bici andrebbero messe sia da una parte che dall’altra (come in quello el cortile del comune o quelli bassi in piazza) ma…sono piazzati in modo tale che si possono usufruire solo da un lato!

non c’è dubbio, noi poveri ciclisti siamo incompresi!!

Anche in Corte Umberto ne avevano messo uno, che io usavo, ma…adesso ci hanno piazzato davanti due poltrone e addio portabici!!

PS dai bloggers vecchi e nuovi, scriveteci qualcosa!(non sulle bici, parlo in generale!

MANIFESTAZIONI DI LUGLIO 2010

venerdì 25 giugno 2010

ciao a tutti!

E per quelli che nel mese di Luglio non andranno in vacanza ecco le manifestazioni di Volpiano:

Giov. 1/7  Serata musicale  in P.za 25 Aprile organizzata dal Manuale  19-24

Ven. 2/7  Festa dlla G.S Virtus – Volpiano   ore 21  Sala Polivalente

Ven. 2/7 Volpiano Summer Festival - Corte Umberto ore 21 org. M. d’Arte 

Sab. 3/7  Volpiano Summer Festival – Corte Umberto ore 21  Mondo d’Arte

Dom. 4/7 Volpiano Summer Festival -Corte Umberto ore 21 Mondo d’Arte

Dom. 4/7  Mercatino dell’usato – Gruppo Alba  ore 7-19

Ven. 9/7 Serata musicale in P.za 25 Aprile organizzata dal Manuale  19-24

Dom. 11/7  PRELIEVI DI SANGUE – Poliambulatorio – AVIS  ore 8-11,30

da Lun. 12/7 a Sab. 24/7  GARA DI BOCCE -  presso  Bocciofila Bertolotti ore 20,45

da Giov. 15/7  a Dom. 18/7  FESTA DEL PD . P.za Madonna ore 19-24

Ven.16/7 Serata musicale in P.za 25 Aprile organizzata dal Manuale 19-24

Lun. 19/7  CONSIGLIO COMUNALE  – Sala Polivalente ore 18,30

Ven. 23/7 Serata musicale in P.za 25 Aprile organizzata dal Manuale 19-24

Sab. 24/7 Sere d’estate -MANOMANUCHE QUARTET – P. Oliveri  ore 21

Sab. 31/7 Serata danzante con l’orchestra Vito Cernini  Pal.Oliveri ore 21

Vi ricordo anche che a San Benigno, sotto l’Ala Comunale  Lunedì 12 luglio ore 21,15  il” QUARTO ECCEDENTE ” canteranno  Quartetto Cetra. Manifestazione  inserita nella rassegna  TERRE DI FRUTTUARIA 2010

Buona  estate  …..….

MarBi

AUGURI E FELICITAZIONI !!! (2)

mercoledì 23 giugno 2010

9200203_p

eccovi anche i fiori!

AUGURI E FELICITAZIONI !!!

mercoledì 23 giugno 2010

a Giovanna e Guido  che sabato 26 giugno celebreranno il loro matrimonio i  blogger del primo e secondo anno augurano tanta serenità , salute e  prosperità.  SIATE FELICI SEMPRE!!!!

ogni promessa è debito (3)

venerdì 18 giugno 2010

eccovi qualche notizia anche su questa foto:

Severina aveva scritto

La seconda foto si trova in via Emanuele Filiberto a monito che il passato non si cancella.

e anche:

Nella casa, in cui appare la scritta della seconda foto , aveva la bottega di ciabattino un artigiano conosciuto con il soprannome “Giaculin-Usela “.
Ma la sua specialità erano le selle per le bici da corsa .
Si era pure costruito una bicicletta adatta alla sua piccola statura .
Fonte “Olindo e Adele”.

La scritta, se guardate bene, è  “Camera del lavoro”  e vicino ce n’era un’altra che diceva  “Circolo socialista”, qui prima del fascismo i giovani socialisti si ritrovavano non solo a discutere ma anche a ballare (così ci hanno raccontato abitanti della via)

Per i nuovi bloggers che non hanno partecipato al gioco:riguardatevi le foto, da gennaio a marzo, e se avete qualche notizia, scrivetecele!

ogni promessa è debito (2)

venerdì 11 giugno 2010

Continuo con le “notizie” sulle foto pubblicate, mesi fa, durante il gioco alla scoperta di Volpiano

questa volta parliamo di cose serie e di scritte (e anche la prossima)

ecco la foto in questione

v DSCN6894

La scritta si trova di fianco al negozio Arcobaleno, in “Furnet” ovverossia Via Emanuele Filiberto, quasi sull’angolo con viia Garibaldi, ben visibile per chi percorre questa via in direzione della Piazza.

Era il 1978, il 9 maggio una telefonata anonima aveva fatto ritrovare il cadavere di Aldo Moro.

Il 14 maggio si votava per i Consigli Comunali in numerosi comuni tra i quali Volpiano e c’era la paura di provocazioni.

Erano anni duri, chi si occupava di politica, anche solo amministrativa era sempre in allerta.

Nel 1976 Volpiano era stata “interessata” dal processo alle Brigate Rosse di Torino: pochi se lo ricorderanno ma i brigatisti rifiutarono gi avvocati difensori per impedire che il processo si svolgesse e quando furono loro assegnati avvocati d’ufficio li minacciarono di morte, come minacciarono i giurati. Fu difficile trovare i giurati, molti si “ammalarono” di paura.

Un consigliere comunale di Volpiano, l’avvocato Gilardoni, accettò di essere difensore d’ufficio e devo dire che , purtroppo, mentre lui accettava un grosso rischio per permettere alla giustizia di funzionare, qualche avversario cercò di farlo passare per “amico delle brigate Rosse”.

La notte prima delle votazioni c’era molta preoccupazione e qualcuno rimase a “sorvegliare” fin dopo le 3 di notte. Ma inutilmente: quando il mattino ci recammo ai seggi, allora gli scrutatori dovevano essere presenti alle 6, era comparsa la scritta in bella vista (allora Via Garibaldi era doppio senso), purtroppo anche a Volpiano c’erano amici delle BR (o provocatori?)

Suggestivo

giovedì 10 giugno 2010

CACTUS – FICO D’INDIA -OLEANDRO ECC.

P6270119

Potrebbe tranquillamente trattarsi di un caratteristico angolo di Terra di Liguria.

INVECE NO

Si tratta più semplicemente di un angolo di Terra di Guglielmo: Volpiano per la precisione che,  nonostante i suoi rigidi inverni che non finiscono mai, allo stesso tempo non finisce di stupirci regalandoci la realtà di una vegetazione che ricorda la temperata riviera.

Daniela Boscarato

Le ruote

martedì 8 giugno 2010

Oggi brutta sorpresa al mercato: mentre andavo verso piazza Madonna vedo delle persone molto arrabbiate, chiedo cosa è successo. Una signora mi dice “guardi che roba non si può, hanno tagliato tutte le 4 ruote alla macchina”.
Non solo a loro ma c’erano altre macchine con le gomme tagliate.
Hanno chiamato i Carabinieri e Vigili,  ma non è stato visto nessuno.

Ma è mai possibile che non facciano un po’ di giri per controllare?

MEA CULPA?

lunedì 7 giugno 2010

L’altro giorno stavo facendo una delle mie solite passeggiate in compagnia di amici. Si camminava tranquilli chiacchierando, lungo una stradina asfaltata che si inerpica su per i colli, attraversa un paesino per poi infilarsi nel verde e raggiungere il paesino successivo. Dietro i cancelli chiusi delle case i cani avvertono il nostro arrivo ed abbaiano segnalando la presenza di estranei che si avvicinano. A volte succede invece che qualche cane silenzioso, quasi in agguato, aspetta il passante e lo sorprende abbaiando furiosamente e facendolo sobbalzare. Per fortuna sta dietro le sbarre di una robusta recinzione e tutto si risolve con un tuffo al cuore per l’inaspettato fragore.
Ma durante la nostra passeggiata, forse per disattenzione, spero non per abitudine, un cancello è rimasto aperto ed ecco che tre grossi cani ci sono venuti incontro abbaiando furiosi. Io rispetto gli animali ma mi tengo prudentemente alla larga e quando me li trovo davanti mi sento in pericolo. Non riesco proprio a proseguire serenamente.
Il padrone si affaccia ed invece di richiamarli mi dice con fare rassicurante che i cani sono buoni e che vogliono solo giocare. So che in questi casi non bisogna scomporsi e rimango immobile mentre i tre “cucciolotti” mi circondano irrequieti. Io sto li a subire questa umiliante ispezione: mi annusano, sento il loro fiato sulle mie gambe e spero nella loro approvazione augurandomi che i loro denti stiano ben serrati nelle potenti mascelle. E’ un attimo di terrore che cerco di nascondere dietro una falsa disinvoltura.

Poi tutto si risolve e quelli se ne vanno. Ma io mi chiedo perchè devo subire questa violenza. Non ci sono delle leggi che impongono guinzaglio e museruola per i cani che circolano nella pubblica via?
Al mio timido “ li tenga fermi per favore” rivolto al padrone dei cani, mi arriva di rimando un sorriso di compassione e la rabbia esplode dentro di me quando il tipo aggiunge il solito consiglio:”Lei non deve aver paura perchè i cani sentono se uno ha paura”

E allora? Se sentono che ho paura sono forse autorizzati, per questa mia colpa,  a sbranarmi?

FORSE LA LEGGE CHE IMPONE LE MUSERUOLE  NON ERA RIVOLTA AI CANI MA  AI LORO PADRONI.